Disturbi del ritmo

  • Aritmie
  • La visita aritmologica

    La visita aritmologica

    Cosa si intende per visita aritmologica? La aritmologia è la branca della cardiologia che si occupa delle aritmie.  Il medico che la esegue è un aritmologo che è il cardiologo specializzato in disturbi del ritmo.  L’aritmologo che si occupa anche di eseguire delle procedure di studio elettrofisiologico ed ablazione transcatetere è un elettrofisiologo. La visita…

  • Extrasistoli

    Extrasistoli

    Le extrasistoli sono battiti cardiaci che insorgono più precocemente del dovuto nel corso dell’attività cardiaca interrompendone momentaneamente la usuale ritmicità. In condizioni fisiologiche il cuore viene infatti attivato da cellule specifiche del tessuto di attivazione e conduzione che genera e trasmette l’impulso di ogni singolo battito a tutto il cuore. Le altre cellule vengono attivate…

  • Sindrome di Wolf Parkinson White

    Sindrome di Wolf Parkinson White

    Cos’è la Sindrome di Wolf Parkinson White? La sindrome di Wolff Parkinson White  (WPW) è una malattia aritmica  congenita caratterizzata dalla presenza di uno o più fasci atrio-ventricolari  anomali accessori, che possono dare origine a episodi aritmici. La prevalenza media è stimata in 1/450 persone. La Sindrome di WPW colpisce soprattutto maschi (70% dei casi) in giovane età. In condizioni normali l’impulso…

  • Tachicardia parossistica

    Tachicardia parossistica

    Che cos’è la tachicardia parossisistica? Con il termine tachicardia parossistica si intende un batticuore intenso che il paziente avverte all’ improvviso e che, dopo una durata variabile, cessa altrettanto improvvisamente. La definizione quindi fa riferimento a un sintomo; le aritmie che lo possono determinare sono molteplici. Quelle che lo provocano con maggiore frequenza originano dagli…

  • Fibrillazione atriale

    Fibrillazione atriale

    Cos’è la fibrillazione atriale? La fibrillazione atriale è la più comune aritmia cardiaca. Essa si genera negli atrii e provoca la perdita della regolarità del ritmo cardiaco. Gli atrii sono attivati con una frequenza di 400/600 al minuto, una grande accelerazione elettrica che non produce più alcuna contrazione: al loro interno il sangue tende a…

  • Sindrome di Brugada

    Sindrome di Brugada

    Cos’è la Sindrome di Brugada? La sindrome di Brugada è una sindrome aritmica, geneticamente determinata che predispone allo sviluppo di disturbi del ritmo cardiaco anche gravi, che possono provocare morte improvvisa. Gli eventi aritmici della malattia si presentano solitamente di notte, caratteristica per la quale questa patologia viene denominata con nome diverso in varie regioni…